Depurazione biologica

La depurazione biologica delle acque comprende i differenti processi che determinano l’eliminazione o la diluizione del grado di polluzione per mezzo dell’intervento di microorganismi. Questi processi favoriscono la  proliferazione dei microorganismi idonei ad utilizzare le loro straordinarie attitudini alla depurazione del refluo da trattare. Quando una popolazione eterogenea di microorganismi, posta in condizioni ottimali aerobiche, viene messa in contatto con il materiale organico biodegradabile, solubili e particellare, si verifica che:

- il COD solubile passa direttamente attraverso la membrana cellulare ed è metabolizzato ad un’alta velocità.

Depurazione chimico-fisica

Il processo chimico fisico per la depurazione delle acque reflue, si basa sui principi di reazione e coagulo degli inquinanti tramite reagenti idonei ad agglomerare le particelle inquinanti inorganiche presenti nel refluo.

DEPURAZIONE CICLICA

Questa tipologia impiantistica, viene proposta quando la quantità  di refluo da trattare è limitata.

Il processo di depurazione viene effettuato in una unica vasca con reazione coagulo e decantazione, i fanghi decantati al drenaggio e allo smaltimento, il chiarificato allo scarico o alla vasca di stoccaggio dopo essere passato per dei filtri a carboni attivi e a quarzite come garanzia di legge.

DEPURAZIONE CONTINUA

Depurazione fisica

Addolcimento a scambio ionico direttamente in una unica colonna, sistema di riduzione della durezza delle acque in ciclo sodico,riducendo  la formazione di incrostazioni dovute calcio magnesio presenti

 nelle acque.

 

Demineralizzazione, sistema di eliminazione della durezza dell’acqua tramite passaggio su due colonne riempite con resine adatte all’assorbimento dei composti di calcio, magnesio responsabili dei problemi di incrostazioni.

 

Deferrizzazione, sistema di eliminazione del ferro presente nelle acque utilizzando colonne contenenti sali di permanganato.

 

Ossidazione batterica

Debatterizzazione

 

I sistemi utilizzati per abbattere batteri e virus presenti nelle acque nei fanghi o nell’aria, si ricorre, a seconda delle necessità, alla tipologia di intervento idonea allo scopo.

Queste tipologie si differenziando a seconda dell’utilizzo se alimentare o industriale con ossidanti di origine chimica o con sistemi fisici.

Osmosi inversa, tecnologia utilizzata per la sanificazione delle acque tramite  filtrazione  in pressione  per eliminare batteri e virus e rendere l’acqua estremamente pura, processo che avviene per il passaggio attraverso il seto filtrante dell’acqua recuperando una piccola percentuale di acqua pura e scartando l’acqua contenente gli inquinanti .